Capitolo 1 - Introduzione ai framework

Vedi tutte le pagine e le modifiche recenti o scarica i sorgenti nella pagina


Ruby on Rails viene classificato come “framework per applicazioni web”; cerchiamo prima di tutto di capire cosa significa.

Un framework (in italiano possiamo tradurlo con cornice applicativa) rappresenta una sorta di scheletro utilizzato per applicazioni (non necessariamente solo web). Utilizzando un framework è quindi come lavorare “sopra” un basamento realizzato da altri, spesso più in gamba di noi, che ci permette di focalizzare la nostra attenzione sulle funzionalità chiave della nostra applicazione evitando inutili perdite di tempo su processi strettamente secondari.

Proviamo a pensare per esempio ad una web application. Se non dovessimo usare nessun tipo di framework dovremmo occuparci, oltre che delle funzionalità specifiche, anche di gestire per esempio tutta la parte relativa all’autenticazione o alla connessione con un database, attività che oggettivamente sono trasversali al progetto che stiamo realizzando.

Utilizzando un framework dobbiamo solo occuparci appunto dei processi critici delegando a questa infrastruttura consolidata le altre attività. Ovviamente tutta questa comodità ha un prezzo da pagare, soprattutto in termini di efficenza e di peso del software: il cosiddetto overhead. Un’applicazione realizzata con un framework di qualsiasi tipo, oltre ovviamente ad avere un peso in byte superiore, presenta una maggiore lentezza di elaborazione in quanto i framwork vengono realizzati in un ottica generalista, rendendosi utili per qualsiasi ambito e quindi presentano componenti “di troppo” che possono influenzare l’esecuzione. Attualmente questo problema però ha perso di importanza soprattutto grazie all’alta velocità di calcolo degli attuali calcolatori: si punta soprattutto alla velocità di sviluppo e alla manutenibilità rispetto che alla massima efficenza di calcolo.

Ruby on Rails si inserisce nel vasto panorama di framework portando una ventata di aria fresca. Con questo framework, grazie alla immensa flessibilità di Ruby, diventa possibile realizzare applicazioni web in brevissimo tempo, di manutenerle nel migliore dei modi e di vivere lo sviluppo come un esperienza piacevole e non più tediosa :)

Dopo questa breve parentesi generale sui framework possiamo buttarci a capofitto sul nostro framework preferito (Spring!.... no dai scherzo… Ruby on Rails)

Guida RoR

Capitolo 2 – I principi fondamentali di Rails

Updated on June 17, 2007 15:49 by Alberto Bottarini (82.48.123.162)